L’incomprensibile

Sento la tua voce, ma non so se mi ascolti
Ancora non sono certo che davvero mi ricordi
Una pausa lunghissima, un momento di paura
La tua lontananza è una ferita senza cura

Davvero ricordi
quello che io ricordo?
Ogni momento, ogni secondo
Davvero mi pensi
quando io ti penso?
Davvero provi ciò che sento?

Davvero puoi capire
ogni lacrima, ogni dolore
senti davvero il mio cuore?

E ogni notte
prima di chiudere gli occhi
senti il mio respiro
come io sento il tuo?
Riesci davvero
a vedere negli angoli bui della mia anima
Davvero mi ami
fino al punto di morire?
Davvero puoi aprirmi il tuo cuore
e saldare insieme le nostre vite oltre ogni confine?

Davvero potremo rimanere sempre insieme
Davvero sai quanto ti amo, senza doverlo dire

Allora cos’è che ci tiene distanti?
così lontani da non poterci vedere
Cosa occulta la mia vista, ora
Cosa mi trafigge il cuore e mi uccide?

Coperto da chilometri di sospiri
e cumuli di macerie e ricordi crollati

Davvero puoi capire?
Davvero puoi capire quanto ho sofferto
nel vederti morire?

[18 giugno 2009 – da: “Davvero puoi capire?”, 15 giugno 1996]

Legami nascosti

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.