23

Continuo a giocare a dadi con Dio
come un vecchio bambino
che non vuole avere sonno

e ad ogni scommessa
vinco e perdo
perché il solo fatto di poter perdere
è un’insperata vittoria

Noi creiamo infiniti segnali
infiniti nascondigli
dentro cui rifugiarci

ed in ogni angolo
lo sguardo dell’eterno
ci scorge
come attraverso
il più trasparente
dei cristalli

Non c’è fuga in eterno
Non c’è menzogna
che duri oltre la morte

e questo è un ulteriore segno
della vittoria dell’anima
sul silenzio

Io
ora
so
di nuovo
che l’Amore non avrà mai fine

 

 

29 giugno 2009, 2:23 a.m.
Ho scommesso di nuovo con Dio sulla roulette dei segni. Ed è uscito il 23.
Continuo a credere che se Dio è nascosto, siamo noi ad occultarlo.

Legami nascosti

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.