(Preghiera) Alla generazione evanescente

Padre mio
che hai scavato la terra
siano benedette le tue mani
e il frutto del tuo sudore
versato per i tuoi figli indegni

Madre mia
che sei negli abissi
resa inferma dalla tua malattia
santo è il tuo dolore
e sacri ogni grido e ogni bestemmia al cielo

Ricorda a noi la verità
che cos’è in cielo non è in terra

Dacci ogni giorno
la nostra paura quotidiana
della morte e del futuro
e di ogni oggi fai uno ieri più sicuro
e dei domani bui un nuovo cielo

Rimetti a noi i debiti
che ancora abbiamo verso i nostri genitori
e che non prolifichi
questa generazione
di inermi e silenti,
di infermi dormienti,
e di re autoassunti senza campioni

E i figli di questi figli
non li indurre a credere
che ogni sogno si può realizzare
senza lottare
ma liberaci ancora da questo male

Amen.

Legami nascosti

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.