Repressione

I
Un unico fascio di morti schierati dalla mia parte
L’unica via d’uscita a miglia di distanza
dietro l’angolo
Come un unico grido distruggiamo i nostri corpi
così da non desiderare
ciò che dà disgusto all’anima.

II
Vorrei non averti mai conosciuto
così da non provare ciò che sto provando
Vorrei capire
cosa stai nascondendo
E’ inutile, è un altro modo
per amarti in silenzio.

III
Eccomi, sono pronto per la mia nuova confessione
frugatemi nella mente, e bruciatemi il cuore
Andate avanti, oltre il tempo
e non lasciatemi fuggire
perché se scadrà l’ora
sarò pronto per morire.

IV
Eroe di un tempo senza eroi
Coraggioso guerriero per terre deserte
Ho conquistato il mondo senza combattere
Non ho mai visto il sole
né il cielo
piangere.

V
Ancora un ultimo grido contro la luna
Sono pronto a sanguinare, e a non avere più paura
Mi hai detto solo menzogne
Ma le menzogne mi hanno aiutato
Non c’è nessuno che mi può amare
Non c’è nessuno che mi ha mai amato.

VI
Ultimo pianto di sangue e siamo morti
Così abbracciati immobili, senza ricordi
Adesso non avresti mai voluto vedermi
Piangere non serve
Non allontana i vermi
Aiutami; Nessuno; son solo qui nel buio.

(21 agosto 1995)

Legami nascosti

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.